Ubuntu 20.10 Groovy Gorilla: cosa c'è di nuovo - Review Beta

2 Просмотры
Издатель
Ho avuto il piacere di provare in anteprima Ubuntu 20.10 Groovy Gorilla nella sua variante beta rilasciata qualche giorno fa.

La release beta prevede un congelamento degli sviluppi, ragion per cui tutto ciò che vedremo in questo video sarà presente verosimilmente nella release ufficiale.

Il processo di installazione con Ubiquity resta verosimilmente identico, tuttavia nella schermata di creazione utente è possibile spuntare l’installazione del servizio di active directory qualora steste installando il sistema in un ambiente di lavoro che supporta questa feature.

Parlando di desktop environment, la prima novità è sicuramente l’aggiornamento a GNOME 3.38, fra le nuove features introdotte adesso abbiamo la possibilità di riordinare le icone nella griglia delle applicazioni, icone che sono state oggetto di un restyle grafico.

E’ altresì possibile creare delle cartelle in cui organizzare le nostre app per categoria: superando le nove app per cartella, il sistema ci permetterà di paginarle per visualizzarle al meglio.

Un’altra novità prettamente estetica vede l’aggiunta del bottone per eseguire il riavvio direttamente all’interno del system tray, in questo modo, per semplificare la User Experience, basterà eseguire N click per poter riavviare il sistema.

Una feature particolarmente interessante introdotta con Groovy Gorilla ci da la possibilità di condividere con più facilità gli hotspot WiFi: inquadrando direttamente il QR Code generato, sarà possibile collegarsi direttamente al punto di accesso senza compromettere la sicurezza della rete con password più semplici da digitare ma meno solide.

Restando sempre nella sezione impostazioni, GNOME ha migliorato il supporto nella gestione delle impronte digitali: per i possessori di notebook con a bordo dispositivi di identificazione biometrica sarà possibile eseguire il login direttamente con le loro impronte digitali.

Per quanto riguarda le GNOME App, è stato eseguito un forte restyle nel registratore di suoni, nell’app per catturare immagini e screenshot, e in Maps, che ha anche subito un forte lavoro di miglioramento in termini di performance.

Lato sicurezza, Ubuntu 20.10 ci mette al sicuro dai web tracker fraudolenti attraverso nuove policy più smart, per evitare che qualche sconosciuto possa carpire i nostri dati durante la navigazione. Per la gestione dei nostri figli più piccoli, possiamo installare il pacchetto malcontent-gui, che ci permetterà poi di trovare nelle impostazioni, una nuova sezione di Parental Control.

Dal punto di vista prettamente tecnologico, in Ubuntu 20.10 Groovy Gorilla troveremo il Linux Kernel aggiornato alla versione 5.8, fra le novità troviamo il supporto a USB 4.0, la compatibilità con le nuove CPU AMD, in particolare avremo una migliore gestione energetica del sistema, una migliore compatibilità con i sensori di temperatura, e un miglior approccio al sottosistema audio. Sono state introdotte nuove feature per le CPU ARM a 64 bit e per la gestione “collaborative” del governor.
Категория
Разработка на Flutter
Комментариев нет.